newsletter


Ricevi HTML?

Twitter

Agireora

Notizie animaliste da AgireOra Network

Home chi siamo

chi siamo

AnimalFreedom nasce da una costola della storica Animal Liberation, in cui la maggior parte degli attivisti ha militato per anni.
Siamo un gruppo apartitico che fonda le proprie basi unicamente sull’antispecismo, sola ideologia che ci accomuna.
La nostra attività è mirata a contrastare tutto ciò che implica sfruttamento e sofferenza agli animali: dai macelli alla vivisezione, dai circhi ai canili lager, dal commercio all’abbandono di animali, dalla caccia alle pellicce.
PROTESTA e INFORMAZIONE: questi sono gli strumenti che utilizziamo, organizzando di volta in volta tavoli informativi, sit-in, conferenze, iniziative benefit e tutto ciò che può servire a sensibilizzare le persone e a salvare il maggior numero possibile di animali.
Collaboriamo volentieri con altri gruppi che abbiano come obiettivo la liberazione animale: in un universo così frammentato come quello animalista, l’unione fa ancor più la forza!
Chiunque condivida tutto questo e si voglia unire a noi, è il benvenuto!

AnimalFreedom è composta da attivisti volontari, che hanno scelto di dedicare tempo ed energie agli animali, ultimi degli ultimi fra tutti gli esseri indifesi.
Fra i destinatari dei nostri sforzi c’è il canile di Vibo Valentia, in Calabria, a cui ogni mese inviamo un carico di cibo e da cui abbiamo tratto in salvo decine di cani dati in affido in Romagna.
Un altro posto speciale è occupato dal Rifugio di Ulmino: un’oasi per cani anziani e malati, cani salvati dall’orrendo canile lager di Rieti e restituiti alla vita.
A Ulmino andrà sempre il nostro sostegno, umano e materiale.
Ma non ci sono solo i cani o i gatti.
Ci sono i polli, i vitelli, i maiali, i pesci: milioni di esseri viventi ammazzati ogni giorno per finire nei piatti, anche in quelli di chi si definisce “amante degli animali”...
Ci sono i visoni, le volpi, i conigli scuoiati a milioni per diventare colli e polsini sui giubbotti di adulti e bambini.
Ci sono gli elefanti, le tigri, i cavalli resi schiavi e privati della loro dignità nei circhi, costretti a una misera vita di solitudine e alienazione solo perché qualcuno, ancora, trova certi spettacoli divertenti, tanto da portarci i propri figli.
Ci sono i milioni di cani, topi, scimmie torturati ogni anno in nome di una falsa scienza: non cadere nel tranello del “Meglio salvare un topo o un bambino?”: con la vivisezione non si salva nè l’uno nè l’altro!
Per tutti loro e per tanti altri lottiamo quotidianamente, convinti che l’informazione sia il punto di partenza per cambiare le coscienze.

Per migliorare questi orrori non è indispensabile passare all’azione, cosa che non tutti sono pronti a fare pur riconoscendo la giustizia di certe battaglie: basterebbe astenersi dal mettere in atto comportamenti lesivi della vita e della dignità degli altri animali (iniziando dal più diffuso: mangiarli!), basterebbe iniziare a cambiare le proprie abitudini, a ragionare non più da padroni del pianeta ma da ospiti, che come tali non hanno alcun diritto di imprigionare, sfruttare, uccidere gli altri ospiti.
I cambiamenti nascono dalle scelte che ognuno di noi opera nel suo piccolo, e ognuno di noi ha il dovere di sapere che peso hanno le proprie scelte.
Se vuoi informazioni, materiale da leggere, consigli... contattaci.
Se vuoi attivarti in prima persona e darci una mano nelle nostre molteplici attività... contattaci.
Se vuoi aiutarci concretamente puoi fare un versamento sul nostro ccp: la nostra unica fonte di sostentamento sono infatti le offerte e non di rado l’autotassazione.